Fantasie erotiche di donne al limite del porno

Cosa pensano le donne quando sono al supermercato? quando sono in ufficio fra una pratica e l’altra? quando sono prossime al sonno nei loro letti coniugali? oppure ancora mentre stanno scopando con i loro mariti distratti e impegnati soltanto a raggiungere improbabili eiaculazioni in vista della prossima partita a calcetto?

Le fantasie delle donne sono imperscrutabili, imprevedibili e tremendamente sensuali. Noi abbiamo provato a sondarle, facendoci aiutare dalle nostre collaboratrici di redazione, e leggendo qua e là le indagini di altri autori. Abbiamo scoperto cose interessanti, che in parte collimano con i migliori filmati di videopornoitalia.it, e che dimostrano come le donne abbiano fantasie ardite in tema erotico, almeno quanto il più fantasioso degli uomini.

Ecco allora le fantasie più ricorrenti nei pensieri delle donne:

Avere un rapporto sessuale con una donna. Forse la fantasia più frequente. Per la modalità in cui si presenta, voluttuosa, dall’alta valenza clitoridea e sostenuta da un tribadismo sfrenato è il gioco erotico che la donna, anche quella etero più ortodossa, talvolta sfiora con la mente se non altro per curiosità, per praticare su un altro corpo femminile ciò che vorrebbe essere fatto sul proprio.

Avere un rapporto con due uomini contemporaneamente. Una delle fantasie etero più gettonate. Grandi cazzi che si sfiorano all’interno delle viscere muliebri, entrambi finalizzati a una tetralogia orgasmica composta da due eiaculazioni e la doppietta femminile ano-vaginale. Un must femminile che, credeteci o meno, accompagna segretamente tutte le nostre donne durante i loro felici amplessi coniugali. Sarà forse il caso di proporglielo?

Avere un appuntamento al buio. Protetta dall’anonimato e dalla garanzia dell’assenza di conseguenze sentimentali, la donna incontrerebbe al buio uno sconosciuto e lì si cimenterebbe con questi in ardite evoluzioni sessuali al limite del porno, e magari sforando anche tale confine, emulando le pornostar del porno italiano.

Farlo in un luogo pubblico. Esibizionismo e ricerca di un’eccitazione supplementare oltre a quella tradizionale, sembrano essere le chiavi di lettura di questa fantasia femminile al limite del porno. Ovunque sia questo pubblico va bene: supermercato, ufficio postale, cimitero, ferramenta, calzolaio, purché sia appunto pubblico e dove la donna possa esibire la propria femminilità e la propria potenziale vena procreativa senza limiti o pudori. Non tutte le donne sembrano portate a questa fantasia e non tutte la contengono in sé, tuttavia, quando si presenta, l’idea è travolgente e in una maniera o nell’altra, in maniera più o meno intensa o sublimata, prima o poi, viene tradotta nel reale.

Masturbarsi di fronte a più uomini. Fantasia che in verità abbiamo trovato raramente sul web, ma che invece, a nostro parere, trova molte fantasiose sostenitrici. Il desiderio di essere desiderate si coniuga alla perfezione con la loro voglia di esibirsi nel ruolo di soggetti fecondabili e scopabili a volontà da miriadi di uomini. Creare il desiderio nell’uomo sembra allora la variabile interveniente di questa fantasia decisamente da porno italiano. Creare il desiderio però, senza andare oltre. Una volta venuta, che gli uomini vadano pure alle loro partite di calcetto.

Lascia una Risposta

Email non pubblicata. Indica i campi obbligatori *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.